VALUTAZIONE VULNERABILITA’ ED ADEGUAMENTO SISMICO

A seguito degli eventi sismici occorsi nel 2012 in Emilia c’è stato un cambiamento nel quadro normativo delle scaffalature che ha portato in evidenza un problema da sempre oggetto delle più diverse interpretazioni: la sismicità.
Leggi l’intervista recentemente rilasciata al quotidiano economico “Il Sole 24 ore”, pubblicata il giorno 24-11-2014 alla pagina 17 dell’inserto “Eventi NorEst”.


Dal punto di vista della sicurezza, la sismicità risulta essere un RISCHIO e come tale deve essere obbligatoriamente valutato dal Datore di Lavoro che sulla base dei risultati della valutazione effettuata, dovrà acquistare un’attrezzatura adeguata o, in caso di scaffalature esistenti, programmare ed attuare i necessari interventi di miglioramento.

D’altro canto anche i fornitori hanno l’obbligo di immettere sul mercato dei prodotti sicuri e pertanto non possono esimersi dal considerare l’aspetto sismico in fase di progettazione di una scaffalatura.

In tale ambito si collocano i servizi di valutazione della vulnerabilità e di adeguamento sismico delle scaffalature esistenti, attuati attraverso una precisa procedura che include relazioni di calcolo accompagnate da test di laboratorio sui materiali.

17472_pnw_small_flash_news

Share
CHIUDI
CLOSE