FAQ

faq

QUANTO SPESSO DOVREI FAR ISPEZIONARE LE MIE SCAFFALATURE?

La normativa sulla sicurezza richiede che le attrezzature di lavoro siano ispezionate da parte di una PERSONA COMPETENTE ALMENO UNA VOLTA L’ANNO .

Tuttavia la norma UNI 15635 raccomanda altresì che siano condotte anche verifiche intermedie con frequenza da stabilire in relazione alla valutazione dei rischi e alla frequenza delle operazioni di movimentazione.

 

PERCHE’ DOVREI FAR ISPEZIONARE LE MIE SCAFFALATURE?

Oltre ad essere un obbligo di legge, verificare periodicamente le scaffalature è importante perché una scaffalatura mal tenuta potrebbe crollare e causare l’infortunio o la morte degli operatori di magazzino.
Tuttavia l’infortunio non è l’unica conseguenza del crollo di uno scaffale. Altri effetti indesiderati sono:

  • Perdita di merci e quindi difficoltà/impossibilità di servire i vostri clienti.
  • Potenziali azioni legali da parte dei lavoratori, del pubblico e dei vostri clienti.
  • Costi derivanti dal ripristino/sostituzione delle scaffalature danneggiate.
  • Sanzioni, multe o sospensione dell’attività a seguito di ispezioni da parte delle Autorità competenti per la Sicurezza nei luoghi di lavoro (SPISAL).

 

PERCHE’ DOVREI FAR ISPEZIONARE I MIEI SCAFFALI DA VEGA E NON DAL PRODUTTORE?

Far ispezionare le vostre scaffalature da un’azienda indipendente come VEGA assicura il modo più economico di mantenere le vostre scaffalature.

  • VEGA esaminerà tutte le tipologie di scaffali, aspetto particolarmente importante se avete acquistato da produttori diversi le scaffalature del vostro magazzino.
    In generale i produttori ispezionano solamente la loro marca. Rivolgervi a VEGA vi permetterà di avere un unico interlocutore per l’aspetto della sicurezza delle attrezzature per magazzinaggio ed un’unica procedura di verifica. Anche questo aspetto è particolarmente vantaggioso in sede di analisi della documentazione, soprattutto per le aziende multi-sito.
  • VEGA non ha interesse a vendervi scaffalature, quindi non vi raccomanderà riparazioni che non sono necessarie.

COME POSSO RICHIEDERE UN’ISPEZIONE?

Contattate il nostro ufficio via e-mail o telefono e parlate con il nostro staff.
Il personale del nostro ufficio tecnico farà una breve chiacchierata con voi per raccogliere le informazioni necessarie per poter formulare un’offerta.
Normalmente è necessario sapere il luogo di ubicazione dell’impianto e la sua consistenza (numero di campate e livelli delle scaffalature).
Vi sarà richiesta la disponibilità ad inviare un lay-out per avere una chiara visione della vostra realtà. In seguito vi sarà inviato un preventivo con indicazioni circa la possibile data di ispezione.

 

COSA SUCCEDE NEL GIORNO DELL’ISPEZIONE?

Nel giorno dell’ispezione i nostri tecnici, dopo essere stati accompagnati nelle aree in cui sono presenti le scaffalature, saranno in grado di lavorare in piena autonomia per tutta la durata dell’ispezione.

I tecnici avranno con sé la planimetria dello stabilimento e oltre che della strumentazione, sono muniti dei DPI necessari (giubbetti ad alta visibilità, scarpe antinfortunistiche, caschetti, giacche termiche per gli interventi all’interno di celle…).

Al completamento dell’ispezione, si terrà un breve incontro conclusivo con la persona referente, che sarà occasione per riferire un primo giudizio generale, ma soprattutto per evidenziare le situazioni critiche che richiedono intervento immediato.

 

QUANDO RICEVERO’ IL MIO REPORT?

Il report generalmente viene mandato alcuni giorni dopo l’ispezione; il periodo è variabile in relazione alla tipologia e quantità delle scaffalature.
In occasione del primo intervento viene inviato per posta il Libretto di collaudo e manutenzione, mentre per le successive verifiche il report sarà inviato per e-mail e sarà vostra cura stamparlo ed inserirlo nel libretto.

 

POSSO ISPEZIONARE GLI SCAFFALI AUTONOMAMENTE?

La norma UNI 15635 raccomanda che i responsabili di magazzino effettuino regolari controlli visivi delle scaffalature con cadenze giornaliera/settimanale/mensile verbalizzandone l’esito sull’apposito registro delle ispezioni e manutenzioni.
Tuttavia rimane obbligatorio incaricare un Tecnico Competente ad effettuare un’ispezione completa almeno annualmente.

 

PERCHE’ SONO NECESSARIE LE TABELLE DI PORTATA?
COSA FACCIO SE NON CI SONO LE TABELLE?

Le tabelle di portata sono necessarie per informare gli operatori di magazzino riguardo i carichi massimi ammissibili e quindi di fondamentale importanza per garantire il corretto utilizzo delle scaffalature.
La mancanza delle tabelle è una grave NON CONFORMITA’, sanzionata secondo quanto previsto dal testo Unico 81/2008, che rende le scaffalature NON IDONEE all’utilizzo. In questi casi è necessario provvedere a certificare le scaffalature attraverso calcoli strutturali.

 

QUANTO COSTA FAR ISPEZIONARE LE MIE SCAFFALATURE?

Non c’è un listino, in quanto il costo viene quantificato in funzione della tipologia e della quantità di scaffalature da ispezionare.
Contattateci per avere un preventivo.

 

COSA SUCCEDE SE LE MIE SCAFFALATURE SONO STATE MODIFICATE?

La modifica della destinazione d’uso, della configurazione geometrica originale e ogni modifica strutturale, devono essere autorizzate dal costruttore o da un tecnico competente, diversamente i dati riportati in tabella non avranno più validità.

Attenzione! Non tutti sanno che aumentando l’altezza del primo livello di carico, la portata della scaffalatura diminuisce.

Share
CHIUDI
CLOSE